Report di Una breve vacanza per staccare la spina…

Nessuna indecisione… anzi voglia assoluta di cambiare aria dopo mesi di staticità forzata.. anche se non possiamo lamentarci per il fatto che vivendo in un piccolo paese con tanto verde e un giardino, abbiamo avuto la possibilità di uscire all’aria aperta anche se per pochi istanti e a pochi metri da casa…

Viviamo seguendo i nostri ideali di vita, non ci facciamo influenzare dalla tv, che non abbiamo, o giornali o dicerie varie… non possiamo sapere cosa sia accaduto realmente al nostro mondo in questi mesi.. facciamo supposizioni.. ma non è dato sapere a noi comuni mortali e allora?

Allora bisogna continuare a vivere, a goderci tutti i giorni della nostri vita, certo bisogna lavorare ma quando i soldi bastano per campare e togliersi qualche sfizio il resto è superfluo… e la parola VACANZA per noi è fondamentale…

Sarà che avendo una PICCOLA AUBERGE, di vacanza di solito sentiamo parlare gli altri.. e allora la voglia di partire aumenta sempre di  più…

Cosi’ abbiamo riaperto la nostra Struttura dopo tre mesi di chiusura… Marco ha lavorato per qualche tempo come giardiniere e poi è scattata la molla.. o partiamo o moriamo quindi?

Destinazione di prossimità come dicono tutti i giornalisti… Liguria!

Dobbiamo essere sinceri la Liguria non è il nostro paradiso terrestre ma meta sicuramente piacevole per una vacanza corta, non troppo distante, con possibilità di praticare sport di montagna e di mare,  buon cibo e cultura e allora PRONTI PARTENZA E VIA… META DI 5  giorni  IMPERIA!!!

Naturalmente prima di partire verifico se i miei contatti/amici mi possono suggerire mete di piacevole svago e luoghi belli per riposare, scoprire e rifocillarci con piatti che generalmente evitiamo se non sicuri che siano di ottima qualità!

Contatto la mia amica Carol di Propsandcake e tempo poche ore ho un elenco in mano di posti da visitare assolutamente e luoghi magici dove mangiare!!

E dormire? Ravano su internet e scopro delle location insolite e pazzesche.. mi dico… non troverò posto… tutti dicono quest’anno sto a casa… non vado al ristorante perché ho paura poi invece… i ristoranti sono pieni e gli alberghi il fine settimana non hanno posto… ma per pura fortuna… il cliente Tedesco ha appena disdetto, in quanto hanno annullato per la terza volta il  suo volo aereo allora entriamo in gioco noi!!!

Non è la location che volevo a tutti i costi ma non avremmo trovato di meglio, appartamento depandance di una villa sulle colline di Imperia con piscina tutta nostra!! Wow! Eh si l’eremo era impegnato e anche la torre!! Vi chiederete ma dove sono questi posti? Vi assicuro fighissimi sempre sulle colline di Imperia la proprietaria ha ristrutturato una vecchia chiesetta e una vecchia torre di avvistamento dei pirati, le ha rese ipermoderne con tutti i comfort possibili e immaginabili e con una piscina privata! La vista? Mozzafiato sul mare di Imperia, se proprio devo trovare un difetto tira un po’ di venticello lassù che nelle calde giornate estive rinfresca però la calura del mare!! Cosa abbiamo fatto in 5 giorni?

Noi non amiamo particolarmente la vita da spiaggia quindi in quei giorni abbiamo girato come due trottole e da vedere in quelle zone c’è veramente tanto…

Per iniziare vista la mia passione per le piante non poteva mancare la visita al Vivaio Arimondo… Carol me lo aveva indicato come posto da non perdere e aveva perfettamente ragione… abbiamo ricevuto un’accoglienza a dire poco calorosa… seduti in serra avvolti dal profumo dei fiori ci è stato offerto un ottimo caffè fatto ancora con una bellissima moka, e un’acqua aromatizzata al limone… abbiamo occhieggiato qua e la riproponendoci di fare gli acquisti il giorno della ripartenza verso casa (Cosa che abbiamo fatto!). Meno male non abitiamo vicini altrimenti riempirei casa e ostello di piante stupende e inusuali!! Scopriamo che anche loro sono amanti dell’arrampicata e della bicicletta e che frequentano la nostra bella Valle d‘Aosta, ci riproponiamo di ritrovarci da noi in valle…

Lungo il tragitto di San Bartolomeo al mare troviamo il villaggio di Cervo, certo è un po’ presto per visitarlo, sono solo le 8.30 del mattino… ma a noi piace scoprire i luoghi magici quando c’è poco affollamento e a dire il vero eravamo da soli… e così ci godiamo il posto: palazzi di famiglie di marinai e di cavalieri arroccati letteralmente sulla collina, viuzze strette con portoni antichi, piccoli angoli di giardini sospesi, curiosare tra gli spifferi dei portoni che riparano dalla vista dei curiosi come me.. nel villaggio a picco sul mare c’è anche un noto ristorante stellato.

Prima sera cena sul porto Maurizio. Il mio naso mi porta in un locale praticamente sulla spiaggia… ottimi i cocktail anche se noi optiamo per un buon bianco locale e un fritto di pesce sormontato da verdure tagliate sottilissime e pastellate… wow semplice ma delizioso…camerieri gentili e servizio informale

I Sognatori Ristorante e Bistrot

Giornata successiva… meteo incerta.. partiamo per Dolceacqua, Apricale e Seborga!!

Villaggi arroccati molto curiosi e naturalmente intrisi di storia… siamo anche qui tra i pochi viaggiatori… attività quasi tutte chiuse su settimana… i gatti dei villaggi ci accolgono… personalmente amo così tanto Bussana vecchia che la preferisco su tutte… l’arte mi attrae sempre… l’aria che si respira nel paese degli artisti e’ unica… dormire in una vecchia casa di Bussana imperdibile.. (l’abbiamo fatto qualche anno fa rientrando dalla costa azzurra…indimenticabile)

E cena? L’istinto mi ha condotta senza prenotare in un nuovo ristorante sulla piazza del Parasio… vedo i tavoli, leggo il menu e il gioco è fatto!

Imperdibile, semplice ma ricercato, scegliamo il menu degustazione, ci godiamo il buon vino in accompagnamento, l’ottimo servizio, scopro che lo chef ha lavorato per Beck ed è giovane!! Un punto in più per il coraggio dei due soci che non hanno aperto in un momento facile!!

Piatti del Ristorante AGrillo Restaurant & Wine al Parasio

Ultimo giorno di vacanza ci concediamo un giretto ad Alassio nel budello, caffè in pasticceria… con buona brioches e rientro per goderci la piscina del nostro appartamento.

Cenetta? Guardo un po’ di recensioni e scoviamo una locanda che dall’entroterra si è spostata nel centro di Imperia.. ci presentiamo presto… ceniamo come i turisti stranieri, ne approfittiamo per un aperitivo lungo… l’atmosfera ci piace (ai tavoli vicini tanti local), segno che si mangia bene! Accoglienza super, sembra di conoscere da sempre il proprietario, gestione famigliare, pasta al pesto gustosa senza troppo aglio e dolce mai mangiato da altre parti… mi spiega infatti che ha una lunga storia… e me la faccio raccontare tutta…

Trattoria Dalla Etta – Imperia

Morale della serata, conto più che onesto, cibo genuino, porzioni abbondanti e ci hanno regalato anche una bottiglia di buon olio di loro produzione.

E poi dicono che i liguri sono poco accoglienti…

Prima di rientrare tappa in pasticceria al Caffè del Caprice a Diano Marina, finalmente dopo aver sentito parlare dei cruffin per tanto tempo ho il piacere di assaggiarne uno al cioccolato.. divino!! La nostra carica per il viaggio di rientro lungo il colle di Nava è fatta, siamo pronti per la ripartenza!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...