Locali Insoliti

Locali insoliti… testati personalmente che ci ispiravano un botto e che non hanno deluso assolutamente le nostre aspettative.

Ogni tanto con Marco scappiamo… si esatto prendiamo la nostra “cicciola”, come amiamo chiamare la nostra piccola autovettura, e decolliamo in diversi lidi… per realizzare quei sogni che per tanto tempo sono rimasti nel cassetto…

Succede quando ho voglia di esperienze nuove, di cambiare aria…

Amo tutto ciò che è diverso attraente, curioso, profumato, gustoso, fantasioso e a volte irraggiungibile.

Ogni tanto bisogna smettere di sognare e realizzarli questi sogni!!! e viaggiare permette a tutti noi di crescere e migliorarsi…

Fa un po’ strano parlare di viaggi proprio di questi tempi… personalmente ritengo importante fare progetti anche a lungo termine.. mi aiuta a non demordere e a non piangermi addosso…

Il nostro viaggio in questo ultimo anno ha, e ha avuto, come fine ultimo la conoscenza, l’esperienza, imparare cose nuove, vedere location nuove che possano ispirare la nostra fantasia.

Vivere costantemente tra le montagne provoca in me un senso di oppressione che devo assolutamente contrastare scappando…

Vi ho convinti? Allora si parte e il treno questa volta ci porta…..

Alla prima fermata….

Bohem La Stazione

Una caffetteria, un fioraio e uno shop di bonbon nello stesso locale

Dove si trova? E Perché ha catturato la mia attenzione?

A Sarnico, fermata Paratico, sulle sponde del Lago d’Iseo. Avete letto bene.. fermata perché è situata nei locali di un’antica stazione ferroviaria ora dismessa non distante dalla sponda del lago dove anche Christo ha realizzato il suo capolavoro (la passerella arancione galleggiante).

Struttura incredibile, ristrutturazione studiata, mantenendo però le caratteristiche architettoniche dell’antica stazione… Ho amato il pavimento a scacchi bianco e nero e tutti i colori che sono stati utilizzati negli arredi.

Abbiamo avuto il piacere di gustare un ottimo caffè nel dehors, a fine settembre, vicino alla serra e di visitare gli interni.

Originali, vintage, tutto al posto giusto.. sarà che dove abito non c’è tanto la cultura del “fiore reciso” ma, vederne tante varietà tutte insieme, mi ha lasciata senza parole… angolo oggettistica curato e con pezzi unici, angolo bonbon ricco di cloches con liquirizie di ogni colore e scatole una più bella dell’altra.

Non assegno un 10 però…

Per assegnare un punteggio alto devo aver vissuto un’esperienza unica che mi abbia lasciato qualcosa dentro… se devo essere sincera, è mancata l’accoglienza e la gentilezza del personale che dovrebbe completare la bellezza e la minuziosità del locale. Ho chiesto di scattare qualche foto, mi è stato concesso ma senza calore, peccato…

Tornerei? comunque sì e forse no… magari per un caffè…

E adesso Vi porto…

Nessuna stazione dei treni e uscita autostradale…

Indovinate un po’?

A Sarzana… in una tea room pazzesca che ho visitato pochi giorni prima del crollo del ponte Morandi…

Il nome è “Melissa tea room”… mi ha fatta sognare per parecchio tempo… e ogni tanto ancora adesso vado a curiosare le foto che ho scattato quel giorno…

Di cosa si tratta? Si ne parlo ancora al presente anche se notizia di poche settimane fa.. Melissa ha deciso di chiudere il locale…..

E’ una tea room molto speciale… dai colori che piacciono a me il verdone, il bordeau, molto elegante con divani in velluto, quadri di altri tempi, teiere in argento..

Guardate anche solo il menu… che grafica spettacolare…

E i dolci?? Naturalmente abbiamo assaggiato una red velvet con la forma del muffin.. divina.. naturalmente tutte le paste vengono prodotte giornalmente… un buon the, se ricordo bene di Mariage Freres uno dei miei preferiti.

Ero sicura di quale dolcetto scegliere… anche se… avrei assaggiato tutto.

Dopo aver goduto dell’esperienza sono corsa in libreria ad acquistare il suo primo libro, spettacolare.. un po’ retro chic, foto strabilianti, dolci che mi incuriosiscono per l’altezza, loaf, bundt cake…

Unica delusione… non aver potuto incontrare Melissa di Persona e far autografare il libro..

Ho provato inoltre a partecipare a un incontro a Torino sempre “al salotto buono” si chiamava “ Un the con Melissa” ma sfortunatamente quel giorno il vento forte aveva deciso di sradicare il tetto dell’Auberge… così per ovvi motivi non ho potuto partecipare…

Ma adesso è uscito il suo secondo libro… chissà…

Che ne dite se uno di questi giorni preparo uno sei suoi dolci e vi posto la ricetta?

Seguitela sui social.. è molto umana, io le ho scritto su Instagram e mi ha risposto di persona…

Vi chiederete non è mica una star? Si ma nel suo piccolo ha fatto grandi esperienze…

Conoscete il the Mariage Freres?

Mariage Frères, la più antica casa da tè di Francia, è il primo marchio mondiale di lusso nel mondo del tè, basato su un’idea rivoluzionaria: quella del “thè francese”, frutto dell’incontro di varie influenze culturali adattate al palato e al gusto francese.

La carta di tè di Mariage Frères è la più vasta del pianeta: raggruppa più di 800 tè (tè bianchi, tè gialli, tè verdi, tè neri, tè blu, tè rossi, tè maturi, tè compressi, tè foggiati, tè profumati).

Il sito ufficiale anche in lingua italiana: www.mariagefreres.com

Simply Roby ama il gusto The Bianco al Gelsomino… da provare!

Abbinata all’articolo di oggi uscirà in settimana la ricetta delle Madeleine di Pierre Hermé.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: